mercoledì 26 marzo 2014

Taralli della nonna

          



Da anni desideravo trovare la semplice ricetta dei taralli che faceva  la mia la mia nonna. Parlo di qua e parlo di là, finalmente l'ho avuta da una gentile signora del mio paese.
I taralli da inzuppare nel latte o nel tè o anche da mangiare così, li faccio molto spesso sia perché mi piacciono, sia perché mi riportano alla mia infanzia, a quando mi mettevo accanto alla mia nonnina, indossavo il grembiulino e impastavo su un piccolo tavolino cercando di imitarla; sia per portarli alle nonnine della casa di cura. Ne sono ghiotte e  li mangiano, a colazione, inzuppandoli nel latte.
Sono così buoni che voglio condividere la ricetta con voi

Ingredienti
1Kg di farina 00
200 g di sugna (volendo metà burro e metà sugna)
350 g di zucchero
5 uova intere
2 bustine di Pan degli Angeli
La buccia grattugiata di un limone
A piacere un po' di anice o limoncello

Setacciate la farina con il lievito e formate una fontana sulla spianatoia. Al centro ponete lo zucchero, le uova, la buccia grattugiata del limone e un po' di liquore. Impastate e formate una palla. Dall'impasto ricavate dei filoncini, chiudete ad anello, oppure intrecciate e ponete su una leccarda con carta forno, dopo averli spennellati con un po' di latte
Cuocete a 180° il tempo necessario (fino a quando li vedete di un bel biondo)

Panini ai multicereali

Sono stata in uno dei tanti supermercati della zona ed ho visto una  farina  speciale ai multicereali e con aggiunta di lievito. Incuriosita, ho letto le istruzioni e l'ho acquistata per sperimentarla. A casa mi sono detta: - Uso il Bimby o il Ken? - Questo è il dilemma che da un po' di tempo mi pongo, prima di eseguire una ricetta. Troppi elettrodomestici!!! Questa volta,come potete notare, ho usato il  Ken 




Ingredienti
500 g di preparato per pane ai multicereali con lievito
320 ml di acqua tiepida


Versare nel boccale del Ken sia il preparato che l'acqua. Impastare con il gancio a spirale 10 m - vel. 1 fino ad ottenere un impasto elastico





Ecco l'impasto che lascerete lievitare coperto per 30 m



Trascorso il tempo necessario, con le mani leggermente infarinate, modellate tante palline che posizionerete sulla leccarda con carta forno.. Lasciate lievitare al caldo per 30/45 m.



Spennellate la superficie dei panini con acqua e cuocetelo in forno a 230°. Dopo 10 m, abbassare la temperatura di 30° e fate cuocere per altri 20 m circa


_________________

lunedì 24 marzo 2014

Ravioli rcon ricotta e bietole

:      



Non poche volte, vedendo il Ken inattivo, il mio consorte, mi rimprovera con la solita tiritena "Sei brava solo a comprare!" -" Non c'è manco più spazio e tu, continui a comprare ed io a regalare per farti contenta..." -  " Sei come una bambina che, dopo aver giocato per un po' con la sua  nuova bambola, la mette poi da parte"

Devo dire che non ha tutti i torti, ma a volte mi prende la pigrizia e faccio tutto a mano
  
Questa volta, la spinta l'ho avuta da Katia, la fidanzata di mio figlio, che mi ha chiesto i ravioli con la ricotta.
Potevo rifiutarmi? No di certo.
 E poi dicono che le suocere...

Ingredienti
300 g di farina di semola
200 g di farina 00
3 uova
un po' di acqua
500 g di ricotta
1 uovo
parmigiano grattugiato
2 fascetti di bietole
sale e pepe q.b.
burro q.b. e alcune foglie di salvia

Procedimento
Mettere il gancio a spirale al Ke, versare le farine e le uova. Amalgamare con velocità 1 - 2 per pochi minuti ed aggiungere acqua q.b. Impastare per 3
m.


Prendere l'impasto. avvolgerlo con pellicola, e lasciarlo riposare per 30 m circa.

Dopo aver cotte le bietole, strizzatele, tritatele ed amalgamatele alla ricotta; aggiungete poi l'uovo, il sale , abbondante parmigiano grattugiato, sale e pepe


Dopo aver montato la sfogliatrice, cospargete di semola l'impasto e tagliatelo in vari pezzi. Regolate la manopola sullo spessore 1 e a velocità bassa, passate l'impasto attraverso i rulli, ripiegandolo, tante volte finché non diventerà liscio. Riducete a poco a poco lo spessore ( sono arrivata al penultimo) e tirate le sfoglie
Mettete su ogni striscia un cucchiaino di ripieno


e tagliate con la rotellina, dopo aver eliminato bolle di aria

Per maggior sicurezza, ho sigillato anche con i rebbi della forchetta

Ecco i miei soldatini pronti per la cottura


Cuocete i ravioli in abbondante acqua salata, scolateli e conditeli con burro sciolto, tanto parmigiano, una spruzzata di pepe e foglioline di salvia.

A Katia e non solo a lei, sono piaciuti molto.
A dire il vero, anche a me (mio marito non fa testo perché divora di  tutto di più)

Bocconcini salati

Sono bocconcini svuota frigo perché ho usato una dadolata di formaggio Auricchio piccante, mortadella, salame, prosciutto cotto, provolone semipiccante.
Buoni e morbidi



Per la ricetta e per il passo passo di Miriam qui http://bimby.mastertopforum.com/viewtopic.php?t=13372&highlight=bocconcini+salati

http://bimby.mastertopforum.com/bocconcini-salati-tm21-vt13711.html?highlight=roselline+rustiche

Biscotti decorati "Forza Napoli" n.2

 Biscotti decorati anche per Luca
 
   


Questi andranno a decorare la torta





Questi invece, andranno imbustati

  










 



 

Torta "Forza Napoli" n.3

Voi direte: un'altra Torta "Forza Napoli"!?!?!
Infatti è la terza della serie. Tutti i miei amici sono tifosi del Napoli e, di conseguenza, anche i nipotini.
Rifare una torta con lo stesso tema, mi crea qualche problema perché devo escogitare, a parte il ciucciariello che assolutamente non può mancare, nuovi decori per non essere ripetitiva.
Questa volta il festeggiato è stato Luca, il nipotino di due miei carissimi amici
 
   

 

Fasi della preparazione



 
La tammorra è stata decorata con pennarelli edibili (non avevo tutti i colori ed ho dovuto arrangiarmi)











Per la torta ho fatto un Pan di Spagna al cacao, farcito di Nutella (ricetta già pubblicata)

Non ho trovato la Pasta di zucchero da copertura "Elite" della Modecor che uso generalmente ed ho dovuto usare un'altra marca che non mi è piaciuta per niente. Come potete notare, sulla copertura si sono verificate delle crepe.
 
 

Confetti per i 18 anni

Per Stella, una mia nipotina che oggi compie 18 anni, ho preparato questi confetti

                       


Per realizzarli bastano: confetti a forma di cuore, pasta di zucchero color corallo  (ottenuto mischiando arancio e rosso), stampino stella marina, pennarello nero e un po' di fantasia

_________________

Focaccine con cipolla di Tropea


 

La ricetta è tratta dalla rivista "Alice in cucina" febbraio 2014
Ho dimezzato la dose, bimbizzata la ricetta e ve la propongo

Ingredienti

300 g di farina 0
75 g di farina di semola di grano duro
30 ml di olio evo
110 g di cipolle di Tropea
5 g di sale
125 ml di acqua tiepida.
1/4 di bustina di lievito di birra disidratato
1/2 cucchiaino di zucchero

per guarnire: 2 cipolle di Tropea - 6 olive nere - olio evo

Procedimento

Pulite le cipolle, tagliate in quattro, mettete nel boccale e tritate 5 sec - v 7



Togliete e fate appassire per 7 m, a fuoco dolce, in una padella con l'olio.
Sciogliete il lievito in un po' di acqua tiepida.
Setacciate le farine, aggiungete il sale e lo zucchero



Versate nel boccale, aggiungete la cipolla soffritta ancora calda e amalgamate qualche secondo a velocità media.
Aggiungete il lievito sciolto e impastate per alcuni secondi, velocità 4, incorporando, dal foro del coperchio, lentamente, l'acqua tiepida restante.



Impastate per 4 m - v Spiga
Lasciate lievitare l'impasto nel boccale.



Intanto pulite due cipolle, dividetele in due, affettatele a semirondelle e preparatevi anche le olive nere



Trascorso il tempo di riposo, lavorate l'impasto per 2 m. v spiga e poi toglietelo dal boccale
Dividetelo in 6 palline della stessa dimensione, adagiatele sul piano di lavoro.



Coprite e fate lievitare per altri 5 m.

Con il palmo della mano, appiattite leggermente le palline di impasto e poggiatele su teglia rivestita con carta forno e lasciatele riposare per 20 m.



Sistemate su ognuna le cipolle affettate, l'oliva al centro e pennellate leggermente con un po' di olio evo.



Infornate a 200° per 25/30 m.



A cottura ultimata, sfornate, lasciate intiepidire e...gustate, accompagnandole con salumi e formaggi